Carpi

Alleanza italo-francese per Mudec

Al musée de Confluences di Lione la mostra che si prepara ad essere la più vista dalla sua apertura nel dicembre 2014 è quella dedicata a 'Hugo Pratt linea d'orizzonti'. Con il museo, che con i suoi 2,4 milioni di oggetti contiene la collezione etnografica e di storia naturale più grande di Francia dopo quella del Quai Branly di Parigi, il Mudec, il museo delle Culture di Milano, nato sei mesi dopo, sta lavorando a un protocollo d'intesa per 'unire le forze' partendo dall'idea che musei di questo tipo abbiano lo stesso compito di "rigenerazione urbana", di creare una relazione con le comunità ormai multietniche dove sorgono. "Il prossimo anno - ha detto l'assessore Filippo Del Corno a Lione - si celebra Leonardo a 500 anni dalla morte e questo è un ponte naturale fra l'Italia e la Francia dove è morto". Per questo il Tgv che collega Milano e Parigi via Lione avrà un look leonardesco. Poi toccherà a un'esposizione dei copricapo (già nei depositi del museo) donati da Antoine De Galbert.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie